<>

NEWSLETTER 2020

#PERSONENUOVE

REGALI SOLIDALI

Cosa ti piacerebbe ricevere se fossi tu in libertà ristretta?

Scopri tutte le proposte solidali per sostenere Sesta Opera

DONA IL 5X1000

Contiamo su di te

C.F. : 80107670152

Progetto “A scuola di libertà”- IV INCONTRO: 9 dicembre 2020

Seminario Figli della strada, figli di papà, con Francesco Cascini, magistrato e scrittore, esperto di esecuzione penale per adulti e per minori

Gianluca Guida, direttore dell’Istituto penale minorile di Nisida

Francesco Cascini:Abbiamo delle esperienze importanti nel nostro Paese nell’ambito della giustizia minorile, la messa alla prova per i minori può essere fatta per qualunque reato anche per l’omicidio. Abbiamo fatto uno studio con l’università di Napoli sulla recidiva dei minori dell’area napoletana che hanno usufruito della messa alla prova dal 2000 al 2007. Su 890 ragazzi ammessi dal 2000 al 2007, quasi tutti italiani provenienti da zone calde del napoletano, soltanto il 20% si è reso responsabile di ulteriori reati dopo la fine della messa alla prova.(…) Questo dimostra che la strada da seguire non è il carcere, che deve comunque cambiare, ma la strada maestra è un’altra, bisogna dare ai giudici la possibilità di modulare il tipo di pena rispetto alla persona”.

Gianluca Guida: “Il modello maschile oggi è per questi ragazzi quello di una identità dominante, prepotente e aggressiva, fatta di ribellione, voglia di autodeterminazione e insofferenza alle regole. La non adesione al modello comporta l’esclusione dal gruppo e la stigmatizzazione dei pari, per cui quei ragazzi che non riescono a reggere il confronto con il modello, scaricano la tensione in comportamenti violenti e autodistruttivi, nel consumo di alcool e droghe, oppure nell’auto-aggressività. Ne viene fuori una forma nuova di disagio che ha la sua radice nell’ansia performante. Ed è così che l’aggressività diventa violenza incontrollata e quindi disagio psicologico”.

Interverranno:

Francesco Cascini, è magistrato dal 1995. È stato pubblico ministero a Locri e poi a Napoli, è stato Vice Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria e da ottobre 2016 a marzo 2017 Capo del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità.  Attualmente svolge le funzioni di pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Roma. Ha pubblicato Storia di un giudice (2010), il suo secondo romanzo è Il giudice e il camorrista. Figli della strada, figli di papà.

Gianluca Guida, direttore dell’Istituto penale minorile di Nisida

Direttore del Centro Europeo di Studi sulla devianza ed il disagio giovanile avente sede in Nisida.

Porterà la sua testimonianza una persona che ha vissuto una esperienza di carcerazione al minorile

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:scuola@volontariatogiustizia.it

Di seguito il video del IV incontro: