<>

REGALI SOLIDALI

Cosa ti piacerebbe ricevere se fossi tu in libertà ristretta?

Scopri tutte le proposte solidali per sostenere Sesta Opera

DONA IL 5X1000

Contiamo su di te

C.F. : 80107670152

“Accompagnare i condannati invisibili”

Libro a cura di Guido Chiaretti

Recensione

Indice

 

NET Work Uepe

 

L’obiettivo generale del progetto integrato N.E.T. Work Uepe consiste nel promuovere il re-inserimento socio-lavorativo di detenuti, in misura alternativa alla detenzione, in carico a Uepe Milano, attraverso interventi che rafforzino e sviluppino le competenze sociali, personali e professionali necessarie per favorire la loro inclusione socio-lavorativa, con particolare attenzione alle fragilità legate alla dipendenza e/o a problematiche migratorie.

 

E’ un intervento specifico a valenza provinciale di Uepe Milano, ma anche parte di una più ampia azione di sistema, coordinata e composta da 3 specifici interventi degli Istituti Penali Milanesi e dall’azione propria del progetto N.E.T housing-Uepe Milano. E’ in continuità (per azioni e partenariato) con quanto realizzato presso l’Istituto e sul territorio della ex ASL Mi2, con il Progetto ARIA (R.L. e Fond.CARIPLO), e con le progettazioni relative alla L.R. 8/05 e DGR 1620 (Progetto Ri.Ti., Centro Diurno Sulla Soglia, La porta aperta del carcere e TRIO Asl Mi2, Manodopera e I.So.La). Nello specifico il progetto è finalizzato a:

1) stimolare processi di autonomia personale e di reinserimento nel mercato del lavoro, attraverso una presa in carico multi-professionale;

2) sostenere la persona nella fase di transizione e reinserimento nella società, in particolare nel recupero delle relazioni sociali e lavorative;

3) offrire una presa in carico integrata, con un sistema di interventi educativi rivolti al detenuto e alla sua famiglia.

Le attività sono legate alle azioni degli Educatori di rete, alle azioni di accompagnamento educativo del detenuto, alle azioni di informazione e sensibilizzazione del territorio, all’accompagnamento al lavoro. I risultati attesi del progetto, verteranno sull’incremento del livello di occupazione e di un maggior grado di inserimento sociale e responsabilizzazione dei detenuti ammessi a misure alternative, elementi che, contrastando il rischio di marginalità e devianza, comportano una diminuzione del rischio di recidiva.

Le azioni di sensibilizzazione rivolte al territorio e alla comunità civile avverranno tramite la rete degli SPIN (sportelli informativi) territoriali di cui fa parte lo sportello di Sesta Opera San Fedele Onlus.

Lo sportello sarà prevalentemente rivolta all’accoglienza e alla gestione della rete famigliare dei soggetti sottoposti a misure alternative e svolgerà azioni di orientamento legale e accompagnamento ai servizi sul territorio.